Aprilia lungo i sentieri della Storia

Un affascinante itinerario attraverso la storia di un territorio antico e ricco di sfumature, spesso nascoste in luoghi segreti o poco conosciuti.

 

Lavanda

Mattina

                                           Cimitero

L’escursione può cominciare con una visita al suggestivo complesso monumentale Menotti-Garibaldi, dove riposano insieme alle spoglie del generale Menotti Garibaldi, primogenito del grande eroe risorgimentale, la moglie con i figli. La famiglia si trasferisce nella località di Carano alla fine dell’Ottocento e avvia un processo di sviluppo agricolo su larga scala, edificando il casale antistante e la chiesa di S. Pietro.

Si prosegue poi con una visita al cimitero “napoleonico”, definito così in base alla datazione delle antiche mura circondariali risalenti al periodo della discesa in Italia di Napoleone Bonaparte. Le tombe più antiche al suo interno risalgono alla fine dell’ Ottocento.

 

L’escursione può poi arricchirsi piacevolmente grazieMardero alla riscoperta degli antichi mestieri locali nella proprietà Scardala, dove i visitatori potranno osservare l’ampia collezione di attrezzi e mezzi agricoli d’ epoca, e nella vicina fattoria Mardero, nella quale, oltre alla degustazione di prodotti tipici, si potrà visitare il lavandeto di proprietà della famiglia.

 Per il pranzo suggeriamo di rivolgersi all’ Antica Culla

 

Pomeriggio

 

1903296_409723032522424_1311988949_nL’itinerario può proseguire nella proprietà della famiglia Pizzi-Russo, punto di raccoglimento di vari mezzi di trasporto d’ epoca, opportunamente conservati non solo per preservare la memoria storica della città ma anche per poter fornire alla clientela un servizio di ristorazione all’interno di alcuni vagoni dei treni della tenuta.

 

 

D’obbligo a questo punto una veloce panoramica sia della scuola Felice Trossi, risalente al 1933 sia dell’antica Tenuta Torre del Padiglione, eretta nel xv secolo dal duca Alfonso II di Calabria, in occasione della guerra tra Papa Sisto IV e il re di Napoli Ferdinando III d’ Aragona.

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Consigliamo infine, come ciliegina sulla torta, un piccolo sconfinamento con deviazione verso Via Selciatella, strada moderna improntata sull’antico tracciato della Via Appia Consolare Inferiore, il cui percorso si ricongiunge con la Via Astura e il ponte Loreto di epoca romana.

 

 

 

 

 

 

 

(Itinerario curato con la collaborazione dell’Associazione Mercato Contadino, nell’ambito del progetto “La Fucina di Cibele”, che nasce con lo scopo di riesumare le origini e il forte legame che esiste tra il territorio pontino e la Storia)